LA SPOSA

Giammarco... perchè credo in Dio, le mie poesie e un po' della mia vita

Moderatore: Giammarco De Vincentis

Rispondi
Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3686
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

LA SPOSA

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar mag 15, 2018 7:36 am

LA SPOSA.

Da bambino ricordo come era la sposa.
Nei piccoli paesi era la festa per tutti, grandi e piccini, a seguire la sposa, che usciva di casa, per andare alla chiesa.
Per strada I bambini facevano a gara a raccogliere I confetti, che la gente lanciava al passaggio della sposa, spesso accompagnata dal padre, o da un parente stretto fino alla chiesa. Quando pioveva ed era bagnato, I confetti erano come i nocci interrati, una strusciata ai pantaloni per togliere il grosso e poi subito in bocca.
In chiesa aspettava lo sposo,
la cerimonia, ed evviva gli sposi.
Si pranzava nelle case, il pranzo era tutto fatto in casa.
Quasi tutti oltre ad un piccolo regalo, portavano uova, polli, galline e bottiglie di vino, I vicini di casa, portavano tavoli e sedie, per quel giorno, era tutto di tutti.
Era tutta un altra cosa, a festa finita, tutti si portavano a casa, quello che era avanzato, si mangiava fino all'ultima briciola nei giorni a seguire.
Balli canti, abbracci gioiosi, la sposa era come se fosse la figlia di tutti.
Bastava aggiungere un letto dentro ad una casa e un posto a tavola e una nuova famiglia si era gia' sistemata.
Che bello pero' tutti I giorni era una festa, ogni cosa si faceva dentro le case, non solo il mangiare, ma cucire, fare la maglia o l'uncinetto, dare un tocco ai lunghi capelli, spesso legati oppure intrecciati.
Lo smalto alle unghie era il colore della terra, che si lavorava con le mani, a nessuno mancava il lavoro nei campi.
Il rossetto lo mettevano solo le grandi signore, incipriate, sembravano bambole di pezza.
Vestita di bianco, tutta velata era la donna, la sposa.
Oggi non so come far capire ai bambini che la mamma e' una sola, che lo stesso e' per il papa', che la sposa e' l'unica mamma, non si compra non si vende, non si affitta, ma si ama e si rispetta, perche' e' l'essere piu' perfetto che Dio ha creato.
A mia figlia Roberta ❤
Giammarco De Vincentis.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Rispondi

Torna a “GIAMMARCO... LE MIE POESIE E UN PO' DELLA MIA VITA.”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti