GOCCE di LUCE e il Rosario

Bacheca, condivisione, solidarietà...

Moderatori: Giammarco De Vincentis, Don Armando Maria, Staff

Rispondi
Avatar utente
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote
Messaggi: 1795
Iscritto il: gio ott 13, 2005 7:15 pm
Contatta:

GOCCE di LUCE e il Rosario

Messaggio da Don Armando Maria » sab ott 05, 2013 9:28 am

GOCCE di LUCE e il Rosario

7 ottobre 2009 http://www.goccediluce.org/gocce2009_ottobre.php
"Voi potete, attraverso il Rosario, allontanare guerre, catastrofi…"
"Mia piccola Maria, sii fiduciosa nella mia Provvidenza, per quanto vedrai la dispensa vuota. Io la riempirò. Fidati della mia parola!

Oggi celebrate la Madonna del Santo Rosario. Schiere di Santi si sono santificati mediante la sua recita, e milioni di Beati si sono salvati, e giunti in Cielo, per la preghiera del Santo Rosario. Perché la Madonna lo raccomanda in tutte le sue apparizioni? Perché è così importante? Lei prende le invocazione della sua persona, e nell'enunciazione dei Misteri, della Sacra Parola, si unisce a voi, e ve li fa incarnare. Vi alita attraverso di esso per far sì che la Parola di Dio s'incarni nel vostro pensiero, nel cuore, perché sia l'agire della vostra vita.

Il Rosario è simile ad un cordone ombelicale, mediante il quale la Madre vi manda la sua energia, la sua grazia, la Sapienza, quella Sapienza, attraverso la quale ha cresciuto il suo divin Figlio. Maria vi rende sempre più somiglianti a Lui, vi forma a figli di Dio, donandovi sempre più Sé stessa. La Madonna unisce a Sé, con il Santo Rosario, alla sua Persona, perché abbiate a divenire una parte che cresce di Lei, che incarna e vive la Parola di Dio.

Voi potete, attraverso la recita di questa santa preghiera, allontanare guerre, catastrofi, carestie. É la preghiera dell'umiltà, che vi circonda di Lei, della sua Maternità, che vi protegge e vi cura, vi trasmette il suo Amore di Dio, e vi dona i suoi sentimenti, per viverLo.

Il demonio ha sempre odiato questa preghiera. Oggi egli si fa più ardito e può persino prendere la corona tra le mani e fare finta di recitare, ma elenca solo parole, perché non riesce a meditare i Misteri, né ad amare le sue parole. Egli odia la Madonna più di Dio perché Dio si può pur temere… è l'Altissimo Onnipotente! Ma Maria, per quanto sia la Madre del Signore, è una povera creatura, che lo ha sempre vinto, lo ha sempre schiacciato e, l'intercalare di questa preghiera, ripresenta a lui la sua presenza e la sua vittoria. La Madonna irrora di Sé, del suo amore, e satana non può sostenere tutto ciò. Questa è la preghiera che lo umilia. Maria lo sconfigge nella interezza della sua persona, ma lo schiaccia nella parte debole del suo tallone, che siete voi, figli miei, che L'amate e La seguite. E lo vincete attraverso anche la recita del santo Rosario. Ti benedico".

7 ottobre 2010 http://www.goccediluce.org/gocce2010_ottobre.php
“Nel Rosario la Madre Santa si fa presente e porta a voi la pace"
"Mia piccola Maria, ravviva la speranza, ravviva la speranza! Il demonio, tramite tanta oscurità, cerca di far perdere la speranza, mentre su tutti Io mi riverso e sono vittorioso.

Sara per cui preghi sta andando verso il Cielo. Stasera nel vangelo ancora vi esorto alla preghiera. Pregate! Così come vi dico: se un amico, venendo di notte, importuna e continua a bussare, il padrone di casa scenderà per aiutarlo. Vi dico: se non lo farà per l'amicizia, lo farà per l'invadenza, per il persistere del suo bussare, per l'insistenza. Quanto più quindi alla vostra perseveranza Iddio opererà in voi! Voi direte: "Signore, è molto tempo che io prego e non ho ricevuto quella grazia tanto chiesta, non ho avuto quella conversione, o la guarigione. Io vi rispondo: "Figli miei, voi misurate nel vostro tempo, nei giorni, e negli anni vostri. Dio ha il suo tempo. Ma nella vostra perseveranza c'è la santità, e nella preghiera voi già venite esauditi nella vostra sussistenza. Tutto nasce da Dio e dalla preghiera che si unisce a Lui. Voi vivete per essa, per la vostra orazione e per quella altrui, anche quella proveniente di altre religioni purché fatta di cuore e autentica.

Io formo ogni giorno: do il sole, e la notte con il suo scorrere, do alito al vostro respiro, pensiero alle vostre menti e battito al cuore, do agire alla vostra opera e ogni mezzo di sostentamento, eppure non ve ne avvedete: tutto è per voi ovvio e scontato. Senza di Me non c'è più sole, né acqua, né amore, né vita. Io sono presente e già rispondo alla vostra preghiera.

Ancora, in questo giorno che ricordate la Madonna del Santo Rosario, Ella vi invita ad usare questo mezzo d'orazione, che è un'arma potente presso di Me e potente contro il diavolo che la teme, e fa di tutto per farla boicottare. La Madonna con il Rosario si fa cordicella che vi tiene uniti a Sé, mano nella mano, nell'intercalare dei rosari. Ella vi conduce ad incarnare la Santa Parola per far sì che con Lei giungiate al Regno della salvezza, alla nascita di Cristo in voi. Nel Rosario la Madre Santa si fa presente e porta a voi la pace e lo Spirito; e quante guerre verrebbero debellate alla sua recita, quante tentazioni allontanate, quanta verità e luce diffuse, quanto amore vissuto! Maria vi riforma, con esso, alla vita di Dio e vi tiene legati alla sua protezione e difesa.

Ah, se tutti i sacerdoti lo amassero e lo recitassero ogni dì e pregassero così nei seminari o all'inizio prima delle Sante Messe, o raccolti insieme con la corona nelle famiglie! Quanta luce, quanta pace, quanto spirito scenderebbe! E i molti problemi che così vi affliggono, così difficili da districare, Lei, la Madre, li scioglie come la cera dinanzi al suo calore. Voi, tra i tanti, dite: "Ma noi vogliamo pregare ma non con il rosario!...". Pregate voi, figli miei! Ognuno che lo vive, lo ama, lo prega, unisce coloro che sono lontani nello sgranare dei suoi grani, nell'intercedere con le Ave Maria per molte anime, al Cuore della Madre, che se ne prende cura per condurle alla salvezza. Ti benedico".

7 ottobre 2011 http://www.goccediluce.org/gocce2011_ottobre.php
"Tornate, sacerdoti, a dire il Rosario, ogni giorno o più volte, se potete"
"Mia piccola Maria, la tua preghiera non rimane chiusa in te. Io guardo nel tuo cuore e vedo, ma poi diffondo e propago la tua orazione su molti figli, a quelli che Io voglio. Oggi voi ricordate la Beata Vergine del Santo Rosario, Regina di questa preghiera che le è così cara poiché La rende presente ai suoi figli. Essa si fa megafono che, come un'eco, La chiama e continua a chiamarla: "Mamma, Mamma, accorri! Abbiamo bisogno, vieni da noi!". E la Madre viene, si prende cura e vi aiuta. Come la madre che, nel grembo, mediante il cordone ombelicale, nutre il bimbo con il sangue e l'ossigeno: così è il Rosario, che diviene il cordone spirituale mediante il quale v'infonde la sua Persona, le sue Virtù, lo Spirito che è, l'Alito dell'ossigeno di cui il Padre L'ha ricolmata, e di quel Sangue suo che ha formato quello del Figlio sicché, unendosi questi elementi, voi possiate incarnare la Parola di Dio, enunciata nei Misteri; e si forma in voi riflessa e composta la vita e l'immagine di suo Figlio.

Amate la preghiera del Santo Rosario! Essa è preziosa e potente. Il demonio la rifugge poiché la teme e ne è terrorizzato, se pregato con il cuore; egli fa di tutto, anche nell'interno della Chiesa, per sminuirla questa preghiera santa, declassarla, porla nel dimenticatoio, farla passare per un'orazione inferiore fatta per gli ignoranti e per le povere vecchiette… Io invece dico: "Pregatelo ovunque il Rosario!". Esso dipana ogni matassa di intreccio di problemi; non c'è causa che non possa risolvere. É la preghiera semplice degli umili… I superbi possono giungere a pregarlo, ma non lo meditano: esso è lode delle creature, dei figli che si fanno infanti. E quale è la lode che Dio ama se non quella che viene dalla bocca dei lattanti? Tanto più vi fate piccoli, tanto più la preghiera riscende su di voi nella Grazia.

Tornate, sacerdoti, a dire il Rosario, ogni giorno o più volte, se potete. Se avvertite che il vostro entusiasmo al sacerdozio si è affievolito, se la fede si va spegnendo, se le tentazioni sono gravi e volete liberarvi: pregate il Rosario! La Madonna riaccenderà la fiamma di un rinnovato sacerdozio improntato alla santità.

Tornate la Rosario, anime religiose e consacrate, che sentite in voi spegnere l'amore di Dio e sentite arido l'animo e più fiacco il passo dello spirito… tornate al Rosario! Vi riporterà l'amore e il fervore alla vostra vita religiosa.

Tornate al Rosario, sposi, che vivete nella disunione in casa! Uniti in questa preghiera, la Madonna vi intreccia di nuovo nell'unione. Venite al Rosario, madri, che pregate per i figli, e affidateli alla Madre Santissima che se ne occupa, e quanti ne porterà a salvezza!

Pregate sui moribondi, al capezzale dei malati, ovunque e in ogni bisogno: esso si fa cura e medicina che cura nel tempo e risana nella luce di Dio. La Madonna a questo richiamo accorre e fa di tutto per trarre il meglio di voi alla disposizione della Volontà del Padre. Il Rosario porterebbe di nuovo sulla terra la benedizione, le virtù, i rinnovati costumi, la pace. Ti benedico".
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » lun ott 07, 2013 9:57 am

Unabbraccissimodellacondivisioneringraziosissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Rispondi

Torna a “LA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti