Avvento 2011

Omelie di Monsignor Antonio Riboldi e altri commenti alla Parola, a cura di miriam bolfissimo

Moderatore: Staff

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Novena al Natale di nostro Signore...

Messaggio da miriam bolfissimo » mar dic 20, 2011 8:40 am

Immagine martedì 20 dicembre 2011, quinto giorno di novena al Natale di nostro Signore:

      • Giuseppe
[/b][/size]


  • ImmagineParola di Dio dal secondo libro di Samuele (7, 10-15)
Fisserò un luogo per Israele, mio popolo, e ve lo pianterò perché vi abiti e non tremi più e i malfattori non lo opprimano come in passato e come dal giorno in cui avevo stabilito dei giudici sul mio popolo Israele. Ti darò riposo da tutti i tuoi nemici. Il Signore ti annuncia che farà a te una casa. Quando i tuoi giorni saranno compiuti e tu dormirai con i tuoi padri, io susciterò un tuo discendente dopo di te, uscito dalle tue viscere, e renderò stabile il suo regno. Egli edificherà una casa al mio nome e io renderò stabile il trono del suo regno per sempre. Io sarò per lui padre ed egli sarà per me figlio. Se farà il male, lo colpirò con verga d'uomo e con percosse di figli d'uomo, ma non ritirerò da lui il mio amore, come l'ho ritirato da Saul, che ho rimosso di fronte a te.
  • Per la riflessioneImmagine
Perché abbiamo letto un brano riferito a Davide per spiegare la figura di Giuseppe? Secondo il Vangelo, Davide era un antenato di Giuseppe. Dio, quindi, sceglie Giuseppe come papà adottivo di Gesù. La presenza di Giuseppe ci ricorda che Dio, attraverso la discendenza di Davide ora inaugura un nuovo regno che non avrà mai fine. Ogni domenica, la Parola di Dio che ascoltiamo ci annuncia le meraviglie che Dio ha compiuto nelle generazioni del popolo d'Israele. L'ascolto attento della sua Parola ci aiuta a conoscere il nostro Dio e a scoprire che Gesù è la Parola più grande e più bella che Dio ha pronunciato. Più la ascoltiamo e più cresce la nostra fiducia in Lui.
  • Immagine Il mosaico
Giuseppe è appartato e sta riflettendo, come indica la mano sulla guancia. È avvolto in un mantello verde, colore che richiama la creazione, il cui apice è la discendenza di Adamo. Giuseppe guarda il cielo e si interroga sulla provenienza del Bambino. La risposta è una sola: "Viene dal Padre!".
  • ImmagineL'impegno
Abituati sempre a sentire tante parole rischiamo di non essere più capaci di ascoltare: mi ritaglio dieci minuti nei quali sto in silenzio e mi metto in ascolto di Dio.[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Novena al Natale di nostro Signore...

Messaggio da miriam bolfissimo » mer dic 21, 2011 10:13 am

Immagine mercoledì 21 dicembre 2011, sesto giorno di novena al Natale di nostro Signore:

      • Il sole che sorge
[/b][/size]


  • ImmagineParola di Dio dal libro del profeta Malachia (3, 19-21)
Ecco infatti: sta per venire il giorno rovente come un forno. Allora tutti i superbi e tutti coloro che commettono ingiustizia saranno come paglia; quel giorno, venendo, li brucerà - dice il Signore degli eserciti - fino a non lasciar loro né radice né germoglio. Per voi, che avete timore del mio nome, sorgerà con raggi benefici il sole di giustizia e voi uscirete saltellanti come vitelli dalla stalla. Calpesterete i malvagi ridotti in cenere sotto le piante dei vostri piedi nel giorno che io preparo, dice il Signore degli eserciti.
  • Per la riflessioneImmagine
In questi giorni, così brevi, già bui a partire dalle quattro del pomeriggio, abbiamo voglia di sole, desideriamo che la luce e il caldo della primavera tornino presto. «Vieni, illumina le tenebre», chiediamo. E possiamo meditare: è Gesù la Luce e il sole che aspettiamo. É lui che scalda la nostra vita. É lui che scoglie il ghiaccio dell'egoismo, del peccato, del dolore. Il sole, che scalda e dona vita, fa maturare il grano e l'uva. È il principale attore di quel pane e di quel vino che vengono offerti sull'altare. Il Signore ci offre il sole come fonte di energia e di vita e noi offriamo il frutto del nostro lavoro (il pane e il vino) perché Gesù a sua volta si offra a noi nel suo corpo e nel suo sangue. Tutta la vita è un dono!
  • Immagine Il mosaico
Chi ha realizzato il mosaico lascia l'interpretazione di questo elemento a chi guarda. Gesù è il Sole che vince ogni notte. La liturgia natalizia è tutta festa di luce, che viene detta "vera", "nuova" e "grande". "Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo" (Gv 1,9). Zaccaria annunzia e saluta il Messia come "un sole che sorge, per rischiarare coloro che stanno nelle tenebre" (Lc 1,78).
  • ImmagineL'impegno
Offrire è mettere in gioco la gratuità del donare: programmo un'offerta un po' consistente per situazioni di bisogno comunitarie o caritative.[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Novena al Natale di nostro Signore...

Messaggio da miriam bolfissimo » gio dic 22, 2011 9:49 am

Immagine giovedì 22 dicembre 2011, settimo giorno di novena al Natale di nostro Signore:

      • L’Arcangelo Uriel
[/b][/size]


  • ImmagineParola del Signore dal Vangelo secondo Luca (2, 8-14)
C'erano in quella regione alcuni pastori che, pernottando all'aperto, vegliavano tutta la notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si presentò a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande timore, ma l'angelo disse loro: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia». E subito apparve con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste, che lodava Dio e diceva: «Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama».
  • Per la riflessioneImmagine
Anche noi, come i pastori, come i Magi, vogliamo adorare il Signore. Perché ci stiamo preparando con impegno al Natale? Perché riconosciamo che il Bambino di Betlemme non è soltanto un bimbo come tutti gli altri. Il Bambino posto nella paglia è lo stesso Uomo che vedremo sulla croce e che apparirà alle donne, nel giardino della risurrezione. É Dio con noi. É Dio per noi. Le parole della consacrazione, durante la Messa, chiedono allo Spirito Santo di scendere sul pane e sul vino e di renderli il corpo e il sangue di Gesù. Il prete alza il pane diventato corpo di Cristo e il vino diventato sangue di Cristo: tutti noi ci fermiamo un momento ad adorare il Signore Gesù che si offre. Questa è davvero la gloria di Dio e la pace per tutti.
  • Immagine Il mosaico
Sul lato destro troviamo l'arcangelo Uriel. Secondo gli scritti apocrifi, è uno dei sette angeli che stanno sempre in adorazione del Dio altissimo. Il suo nome significa "Dio è mia luce".
  • ImmagineL'impegno
Adorare. Solo a Dio spetta l'adorazione: come i pastori e i magi faccio visita ad una chiesa e mi prostro in adorazione davanti a Gesù che si è fatto pane da mangiare per tutti.[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Novena al Natale di nostro Signore...

Messaggio da miriam bolfissimo » ven dic 23, 2011 8:43 am

Immagine venerdì 23 dicembre 2011, ottavo giorno di novena al Natale di nostro Signore:

      • La Vergine Maria
[/b][/size]


  • ImmagineParola di Dio dal libro del profeta Isaia (7, 10-15)
Il Signore parlò ancora ad Acaz: «Chiedi per te un segno dal Signore, tuo Dio, dal profondo degli inferi oppure dall'alto». Ma Acaz rispose: «Non lo chiederò, non voglio tentare il Signore». Allora Isaia disse: «Ascoltate, casa di Davide! Non vi basta stancare gli uomini, perché ora vogliate stancare anche il mio Dio? Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele. Egli mangerà panna e miele finché non imparerà a rigettare il male e a scegliere il bene.
  • Per la riflessioneImmagine
L'annuncio a Maria, raccontato nel Vangelo di Luca, era già stato promesso da Dio al re Davide. Maria è la mamma di Gesù perché ha creduto alle parole dell'Angelo, e quindi è il modello di tutti coloro che credono alle promesse di Dio. Maria è immagine della Chiesa. E le promesse di Dio continuano a compiersi, ancora oggi, proprio nella Chiesa. Così la Chiesa intera, ogni domenica celebra il suo grazie, fa eucaristia. La parola Eucaristia significa ringraziamento. Ogni domenica e in ogni Messa noi rendiamo grazie a Dio perché si è fatto piccolo in Gesù, è nato da Maria secondo le sue promesse e si è fatto uomo per salvarci. In ogni Messa le promesse di Dio si compiono di nuovo per noi e la gioia di Maria diventa la nostra gioia e ci apre il cuore rendendolo capace di ringraziare".
  • Immagine Il mosaico
Nelle icone della Natività, in genere il personaggio in primo piano è la Madonna, per sottolineare che Gesù è nato da una donna vergine, cioè non per "volere di uomo", o per i determinismi di questo mondo. Egli si è incarnato grazie all'incontro tra la potenza dello Spirito Santo e lo spazio di accoglienza che la creatura offre al dono di Dio, consapevole di essere portatrice di un mistero che la trascende infinitamente. Maria è semisdraiata, perché è partoriente. Nelle raffigurazioni antiche normalmente le mani della Madonna erano raffigurate fasciate, perché Eva le aveva usate per prendere il frutto proibito. Nel mosaico, invece, una mano della Vergine è posata in corrispondenza dell'altare, ad indicare il dono che ella fa del suo figlio Gesù. Maria rappresenta il rovescio di Eva e dell'umanità che cerca di possedere. L'altra mano è sulla guancia, nell'atteggiamento di chi è di fronte a un evento troppo grande, che sorprende. Maria è infatti stupita: partorisce questo Bambino, che è Figlio di Dio, e lo deve deporre in una mangiatoia. E di questo Bambino conosce il destino: nasce per morire. È posto nella mangiatoia, luogo di morte, luogo che dice la volontà di Gesù di farsi cibo, pane per la vita del mondo.
  • ImmagineL'impegno
Quante cose riceviamo ogni giorno dalle persone con le quali condividiamo la quotidianità. Non sempre ringraziamo: oggi proviamo rispolverare quella splendida parola "GRAZIE" per ogni gesto di attenzione che riceviamo.[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Novena al Natale di nostro Signore...

Messaggio da miriam bolfissimo » ven dic 23, 2011 8:49 am

Immagine sabato 24 dicembre 2011, nono giorno di novena al Natale di nostro Signore:

      • Ci sarò domani...
[/b][/size]


  • ImmagineParola di Dio dal libro del profeta Michea (5, 1-2)
E tu, Betlemme di Èfrata, così piccola per essere fra i villaggi di Giuda, da te uscirà per me colui che deve essere il dominatore in Israele; le sue origini sono dall'antichità, dai giorni più remoti. Perciò Dio li metterà in potere altrui fino a quando partorirà colei che deve partorire; e il resto dei tuoi fratelli ritornerà ai figli d'Israele.
  • Per la riflessioneImmagine
Gesù nasce a Betlemme, e Betlemme significa «casa del pane». Il Vangelo di Luca dice che Gesù fu adagiato in una mangiatoia. Ora, se Betlemme significa «casa del pane» e Gesù viene adagiato su una mangiatoia, diventa più chiaro che è Gesù il pane offerto a tutti gli uomini. La mangiatoia di Betlemme diventa così il centro del mondo. Al mondo siamo inviati tutti noi, al termine di ogni celebrazione della Messa. Siamo inviati a portare in casa, a scuola, nelle amicizie, nel tempo di vacanza natalizia, la gioia, la luce, il pane dell'amore. Un proverbio dice: buoni come il pane!
  • Immagine Il mosaico
C'è un segreto rapporto tra la mangiatoia, il monte che allude al Calvario e il tabernacolo in cui Gesù si offre come pane di vita. Come il pane si consuma perché l'uomo viva, così Cristo si fa cibo affinché l'uomo abbia la vita. Mangiando di Lui, noi diventiamo il suo Corpo: abbiamo in noi il suo amore, la sua forza, il suo Spirito.
  • ImmagineL'impegno
"Andiamo a vedere il Salvatore che è nato", così dicono i pastori: lo stesso facciamo noi questa notte andando a fare la Comunione.[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Bloccato

Torna a “IL VANGELO DELLA SETTIMANA... l'evangelizzazione online”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti